Il Web è uno strumento potente per molti aspetti, in particolare per quanto riguarda la diffusione dell’informazione. Per questo vi proponiamo “Ricostruzione Trasparente”, un progetto di onData, che vuole costruire una piattaforma online in grado di monitorare la ricostruzione nelle zone colpite dai recenti terremoti.

Spesso, si sa, nel nostro paese dopo catastrofi ambientali, la ricostruzione è lenta e insoddisfacente, addirittura molte volte non è nemmeno portata a termine. È il caso di Irpinia, in cui, il 23 novembre del 1980, un terribile terremoto uccise 2.914 persone. Oggi, a 36 anni di distanza, la ricostruzione non è ancora terminata. I cittadini, in questi casi, si trovano costretti a vivere grandi disagi che vanno poi a coinvolgere più generazioni nel tempo. Per tale motivo è importante che ci sia una costante osservazione, a livello pubblico, in termini di ricostruzione, così che anche le voci di tutta Italia possano intervenire nel caso in cui le vittime non vengano supportate adeguatamente.

Ricostruzione Trasparente” è un progetto che nasce proprio per raggiungere questo obiettivo, come dice la parola stessa: per favorire una ricostruzione trasparente per tutti i cittadini italiani. L’idea nasce da onData, un’associazione per la promozione della trasparenza e della cultura dei dati attraverso le competenze digitali e il giornalismo investigativo. Ecco la descrizione dettagliata di cosa effettivamente sarà questo progetto:

“”Ricostruzione Trasparente” sarà una piattaforma comunitaria che ti permette di monitorare il flusso di denaro impiegato nella ricostruzione, analizzare e rendere fruibili i dati sul monitoraggio della ricostruzione. (…) “Ricostruzione Trasparente” sarà un sito web, accessibile da computer desktop e da mobile, aggiornato in tempo reale e dotato di filtri per evidenziare i dati di proprio interesse: raccoglieremo i dati dagli Albi pretori dei comuni colpiti dal sisma e li incroceremo con quelli che verranno pubblicati sul sito del Commissario per la Ricostruzione. Attraverso questi dati e le analisi che pubblicheremo potrai capire come procede la ricostruzione, e questa piattaforma funzionerà meglio se a utilizzarla ci sarai anche tu. (…) Ti permetterà di verificare l’andamento della ricostruzione e potrai contribuire condividendo informazioni ed entrare in rete con persone che come te hanno voglia di verificare l’andamento dei lavori.”

(Descrizione dal sito del progetto di “Ricostruzione Trasparente“)

Un’idea davvero grandiosa ed innovativa che speriamo permetta di evitare disagi e possa far sì che le vittime abbiano di nuovo una casa al più presto.

Annunci